Sassi 79

Sassi 79 fa parte di quei progetti concepiti come ibrido tra spazio esterno e spazio interno. L’ambiente è il risultato di una fusione tra l’uomo nella sua sfera privata intesa come rifugio e la natura distante dai ritmi frenetici della città.

La collina torinese offre la perfetta scenografia per un progetto come questo dove il committente, sensibile al rapporto con la natura, vuole vivere nel verde.

Vivere la casa come la somma di stanze chiuse e aperte disegnate secondo il principio della funzionalità e della divisione tra luoghi collettivi e ambienti privati.

L’appartamento si apre su un unico open space che accoglie le funzioni diurne, sviluppandosi con una profondità orizzontale: zona pranzo e salotto, che nelle stagioni estive raddoppiano la metratura spingendosi oltre la vetrata su un terrazzo circolare, che abbraccia divani e tavolini inquadrati da una cornice verde. Oltre la parete libreria, che permette permeabilità visiva, si sviluppa un corridoio che si apre a tridente su tre ambienti privati: camere da letto e camera da bagno che ospita vasca e spazi per la cura del corpo.

Il progetto architettonico mira al disegno e non al decoro. Lo studio della luce, come, nella camera da letto padronale, con armadi su misura, vuole offrire diversi scenari, creando ambienti suggestivi.

La realizzazione e la progettazione sono state eseguite in collaborazione con BLiving Interiors.

photo credit / Alexandro Berto – Metrocorto