Quadrilatero 3

Il progetto si trova all’ultimo piano di un edificio situato sui confini del quadrilatero romano della Città di Torino, dalle finestre dell’appartamento è possibile vedere tutti i landmark del capoluogo piemontese. Proprio da questa forte caratteristica dell’immobile si è sviluppato il concept progettuale.

Il fulcro su cui ruotano gli ambienti è l’esterno: la grande terrazza e la meravigliosa vista su Torino. L’interno comunica con l’esterno, attraverso un forte legame tra i locali cucina e salotto che possono aprirsi verso l’esterno sulla terrazza scoperta d’estate e coperta d’inverno. Abbattendo ogni divisione dei locali che danno verso l’esterno, si realizza un unico ambiente living, aperto agli ospiti e alle attività diurne. Il retro invece ospita la parte più intima del vivere quotidiano, la zona notte, e i servizi.

Attraverso una tracciatura meno tradizionale degli spazi, è stato possibile realizzare un bagno, una camera da letto con servizi privati e una cabina armadio. I colori delle stanze in questo secondo livello, più intimo, sono forti, intesi, personali, proprio per distinguersi dal resto della casa che dialoga con ciò che c è fuori.

Le vernici chiare della zona living riflettono la luce che attraversa le pareti vetrate delle finestre scaldando gli ambienti e rendendoli percettivamente unici. Il parquet che caratterizza tutti gli ambienti della casa, offre omogeneità all’appartamento, garantendo coerenza con un il concept lineare.

Il vestito deciso da cucire deve offrire identità allo spazio abitativo ma nello stesso asetticità attraverso linee e forme pulite, in modo da lasciar spazio allo stile molto personale dell’arredamento del committente, un collezionista di storicità del capoluogo piemontese. La libreria che incornicia la zona pranzo e cucina è stata realizzata ad hoc, un particolare su misura che offre personalità e prestigio all’ambiente.

photo credit / Alexandro Berto – Metrocorto